Questo sito utilizza cookie e tecnologie simili

I miei auguri per questa Pasqua

Scarica questo articolo come e-bookScarica questo articolo come e-book

Ho visto cose che voi festeggianti non potete nemmeno immaginare. Ho visto video di agnelli rubati alle loro madri e straziati dall’uomo, venduti a dodici euro al chilo e acquistati col sorriso sulle labbra. Ho mangiato quelle carni e non mi sono rimaste sullo stomaco.

Ho visto animalisti, vegetariani e vegani lottare strenuamente contro lo sfruttamento degli animali, li ho visti postare immagini di cappuccini fatti con latte di mucca. Li ho visti “lovvare” borse di famose marche, borse in cuoio. Li ho visti protestare per l’uccisione degli agnelli e dei maialetti, lo facevano con scarpe, borse e cinture di cuoio.

Ho visto la solitudine degli anziani con una tazza di latte e un pugno di biscotti, mentre pensavano alla felicità dei propri figli in giro per il mondo. Li ho visti piangere per un nipote nato, li ho visti comprargli l’uovo di Pasqua e conservarlo insieme agli altri, in attesa di poterlo vedere.

Ho visto bambini consumare il cielo guardando i loro sogni che crescevano e prendere coscienza della disillusione giorno dopo giorno. Ho visto l’uomo contro l’uomo a difesa dell’animale, e animali contro animali a difesa dell’uomo.

Ho visto corpi pudici coprire l’intimità, per poi mostrarla su Instagram senza vergogna. Ho visto corpi slabbrarsi sotto la pressione del cibo ingurgitato, occhi piangere davanti allo specchio, specchi piangere davanti a quei corpi.

Ho visto un uomo nascere, lo vedo crescere, lo immagino adulto e so che non andrò oltre. Ho visto madri piangere per un figlio che non arriva, e madri piangere per un figlio che arriva. Ho visto l’amore dietro tutto questo e ho visto la violenza prima dell’amore. Ho visto figli usati come scudo, bambini come ricatto, infanti come oggetto di piacere.

Ho visto i “like” sui social scambiati tra grandi amici, che in strada non si salutano nemmeno. L’ho fatto anche io, e l’ho subito anche io.

Ho visto il demonio prendere il nome di “mutuo”, offrirsi di acquistare per voi la vostra casa, e riprendersela quando ormai non ce la fate più a pagarla. Ho visto angeli cadere a terra e bestemmiare. Ho visto nell’angolo più nascosto di ogni paese lo scemo del villaggio, insultato e maltrattato solo perché per lui la vita è troppo semplice. Ho visto l’alba e il tramonto nello stesso giorno, senza la pubblicità, e ho visto canali televisivi scomparire da un giorno all’altro senza motivo da quando c’è il digitale terrestre.

Ho visto un mondo che non mi piace, ma che non saprei come rendere davvero migliore, o forse lo so ma è troppo comodo avere qualcosa di cui lamentarsi, come sto facendo adesso. Ho visto auto date via per pochi spicci dopo averle acquistate per 25.000 euro. Ho visto il sorriso sul volto dei Barbapapà che si possono trasformare come gli pare, ma mai che diventino qualcosa di non inguardabile.

Ho visto foreste sparire sotto il battere del fuoco e ho visto paesi sconfitti da un’ondata di pioggia. Ho visto complotti diventare reali e realtà diventare complotto. Ho sentito la voce della coscienza e ho pensato che fosse quella dei tre chili di cozze mangiati la notte prima. Ho accarezzato un cane e ho sorriso mentre giocava con una lepre ancora mezzo viva.

Ho visto criminali condannati ai servizi sociali in una casa di riposo e mi sono chiesto cosa avessero gli anziani fatto per meritarsi tutto questo. Mi sono chiesto dove sta la pena e dove l’espiazione, dove la condanna e dove il compromesso. Mi sono risposto che in fondo non sono fatti miei.

Ho visto coppie innamorate fare l’amore con Control, li ho visti litigare, lasciarsi. Ho visto quelle coppie cercare di ricominciare ad amarsi con Control+Alt+Canc. Ho visto i loro figli e ho avuto pietà di loro. I loro figli mi hanno rigato la macchina per noia. Mi son ripreso la mia pietà e ci ho fatto un soprammobile nascosto nell’angolo più buio della cantina.

In tutto questo, che razza di auguri posso fare? Mangiatevi il vostro banchetto, io mi mangerò il mio. Che la pace sia con voi, o qualsiasi cosa gli somigli. E domani contate i giorni fino a Natale, ché quello arriva presto.

Con affetto

Luca

Scarica questo articolo come e-bookScarica questo articolo come e-book

6 Comments Showing 50 most recent
  1. LFK Post author

    Per il seguire non mi faccio problemi, anche se mi dispiace comunque. Sul fatto che si possa fare ironia su tutto tranne che su quello che ti sta a cuore, non sono d’accordo. Forse sbaglio ma per me puoi scherzare proprio su tutto. Non capisco dove dica che gli altri son peggio. Forse dove dico che comunque lo sfruttamento degli animali c’è, e anche i vegani, vegetariani e antispecisti ne fanno uso indiretto.
    In ogni caso io non odio gli animali, anzi se avessi la possibilità di occuparmene lo farei, ma non dovrei fare altro. Ho solo un cane, adottato quando era un cucciolo randagio. Ma per me gli animali restano sempre animali, e non hanno un’anima. E forse nemmeno l’uomo, chi lo sa?
    Arrivederci allora, su altri lidi. Mi sembra comunque una scelta coerente quella di non seguirmi se non sei d’accordo. Quindi nessun rancore, nonostante le tue parole.

  2. Alessandro C.

    Ci sono sicuramente dei sedicenti vegani/vegetariani che si dimostrano incoerenti, come ci sono tante persone che, invece, ogni giorno si impegnano e soffrono per salvare la vita agli animali.
    Articoli come questo non fanno altro che generalizzare, gettare merda addosso a gente che si fa carico della sofferenza di chi non puo esternarla con un blog o con le parole.

    Ce la state mettendo tutta per far passare gli antispecisti come dei ridicoli estremisti, ci state mettendo cosi tanto impegno che alla fine mi chiedo chi siano i veri e propri esaltati.

    Se ritieni eticamente accettabile il fatto di nutrirsi di un cucciolo strappato alla propria madre, di un gustosissimo esserino che era appena venuto al mondo, libero di manifestare questo pensiero allegramente. Ma se per giustificare il fatto di nutrirti di cadaveri di cuccioli senti la necessita di additare il prossimo di far peggio di te, allora lasciami dire che ti dimostri un uomo davvero piccolo, mediocre.

    Detto questo, smetto di seguirti. Lo faccio senza rancore, ma semplicemente perche sono stanco di queste continue provocazioni volte probabilmente alla ricerca di qualcuno che venga qui a sbottare, per fare ancora una volta di tutta l-erba un fascio.

    PS> scusa per accenti e punteggiatura, sto avendo problemi con la tastiera del pc.

  3. LFK Post author

    Lo lego sulla schiena di Dumbo, si è appena posato sul prato con un paio di leggins verdi, gialli, viola e fucsia.

  4. Alessandro Madeddu

    Passa, passa: è tutto ben di dio.

  5. LFK Post author

    La vista… diciamo che vedo oltre, ma non è detto che sia la realtà. Ah, mi è avanzato qualche funghetto, te lo passo?

  6. Alessandro Madeddu

    Auguri anche a te, che hai sì lunga vista!

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: