Kairòs al Premio Strega, per la bibliodiversità

Scarica questo articolo come e-bookScarica questo articolo come e-book

Strega
Il logo del Premio Strega 2015

Carissimi, è dei giorni scorsi la notizia che al Premio Strega, quest’anno, verranno ammessi i libri pubblicati dai piccoli e medi editori. Il mio editore, come penso la maggior parte, ha già annunciato che non parteciperà. Giustamente dico io, considerando che la richiesta è di 500 copie cartacee del titolo che si vorrebbe candidare. Una enormità, che supera nella maggior parte dei casi la prima tiratura di questa realtà piccolo-media.

Ma io non demordo. Leggo sul sito del Premio Strega che nell’edizione 2015 si punta alla «… salvaguardia dei piccoli e medi editori…», e «… alle diverse forme di narrazione: pluralità, bibliodiversità e accoglienza sono le parole che riassumono lo spirito delle norme introdotte dal Comitato direttivo del Premio…». Bene, cosa sia la bibliodiversità non saprei, pertanto la interpreto a modo mio.

strega
La vittoria di #unlibroèunlibro. E lo Strega?

Parto da un presupposto e una campagna che l’AIE ha lanciato e patrocinato a fine 2014: #unlibroèunlibro. L’AIE rappresenta tutti gli editori (piccoli, medi e grandi) ai quali si affianca nella lotta per sopravvivere, e non credo che nel frattempo sia cambiato qualcosa. Quindi #unlibroèunlibro anche per lo Strega. Parto da questo presupposto per spiegarmi la bibliodiversità e partire con la mia offerta al comitato di lettura.

Non mi dilungherò oltre e allego copia della mail da me inviata per la partecipazione con il mio romanzo di sci-fi Kairòs. Protestiamo anche noi, piccoli autori di piccole case editrici. Se per pagare una speranza flebile devo fallire del tutto, meglio vivere cagando.

Spett.le segreteria del Premio Strega,

ho letto con estrema attenzione le novità relative a quest’anno e sono lieto di poter presentare la mia candidatura alla cinquina finalista con il mio romanzo di fantascienza Kairòs, edito da Ciesse Edizioni. Come ben sapete però la congiuntura sfavorevole (bassa congiuntura) economica che stiamo attraversando non può permettere né a me, né al mio editore di regalare l’intera tiratura del libro per coltivare una speranza che rasenta il sogno.

Per questo motivo ho deciso di venire incontro al mio editore presentando per conto mio il mio libro. Parto dal presupposto che l’AIE si è fatta promotrice della campagna #unlibroèunlibro, campagna che puntava all’abbassamento dell’IVA sugli ebook in quanto un libro, in qualsiasi formato, è sempre un libro, è cultura. Io sono d’accordo e vorrei sottolinearlo per l’ennesima volta con questa mia proposta. Tra le parole che rappresentano lo Strega c’è la parola “bibliodiversità, inoltre segnalate come quest’anno si punti alla salvaguardia dei piccoli e medi editori. Converrete con me che la campagna da me citata puntava a parificare i diritti del cartaceo a quelli dell’ebook, in una sorta di allargamento del concetto di “quote rosa” (in questo caso “quote tecnologiche”) nella formazione della cinquina finalista.

Forte di questa convinzione e nel rispetto delle vostre linee che vogliono salvaguardare la piccola e media editoria, allego copia in formato e-pub e mobi del mio libro Kairòs, edito a luglio 2014 da Ciesse Edizioni. Lo potrete distribuire tra i 500 lettori facendo ctrl+c una volta e ctrl+v 499 volte. Se dovesse servire, nel caso i lettori non avessero un ebook reader, indico i link ai quali scaricare alcune app di lettura gratuite per computer, tablet, iPad, smartphone e iPhone.

(app Kindle, app Tolino, app Kobo, Calibre)

Sono fiducioso nella Vostra serietà quando preciso che, ovviamente, sarebbe meglio evitare di duplicare l’ebook oltre le 500 copie da distribuire ai lettori, perché altrimenti si entrerebbe nel campo della pirateria e l’AIE non ne sarebbe troppo felice.

Ringrazio per l’attenzione e attendo conferma della candidatura di Kairòs al Vostro prestigioso concorso.

Cordialmente

Luca Fadda

Questo è quanto. La mail in formato pdf è scaricabile qua: e-mail Premio Strega 2015

Scarica questo articolo come e-bookScarica questo articolo come e-book

7 Comments Showing 50 most recent
  1. I consigli di #StregaDigitale

  2. Come acquisire lo status di "Scrittore Navigato" e vivere felici

  3. #StregaDigitale, come va? Così

  4. Gli e-book al Premio Strega: #StregaDigitale

  5. Alessandro Madeddu

    Hai il mio sostegno, come sempre per questi atti di terrorismo editoriale!

    • lfk Post author

      Siamo nati per stare buoni in un angolo, l’angolo in cui pensare a come azzannare meglio. Parlo di noi troll.

  6. Strega comanda cojon: la tattica della bibliodiversità, la Ferrante che “spariglia” e i piccoli editori che la pigliano (come al solito) in quel posto. | giramenti

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: