Loro sono ovunque: basta con gli immigrati, non ne possiamo più

Scarica questo articolo come e-bookScarica questo articolo come e-book

loro arrivano

Ci sono mondi in cui chi nasce in una nazione ha il diritto di non vederla invasa da stranieri che, non riconoscendola come propria, non la rispettano e non la amano. Lo straniero nella nostra terra crea delinquenza o razzismo al contrario, perché loro ci odiano. Ci odiano perché noi stiamo bene, perché noi siamo a casa, perché noi non conviviamo con la disperazione che invece riempie le loro giornate.

Loro arrivano, lo fanno in maniera illegale e vivere nella legalità per loro è un’eccezione, perché non hanno niente da perdere. Sono spesso clandestini, e come tali il rischio maggiore che corrono è che vengano rispediti indietro. Ma tanto torneranno con le loro barche cariche di potenziali criminali. Per loro la galera sarebbe già un premio: spesati dallo stato. Per questo rubano, violentano, spacciano, evadono le tasse e rendono la nostra vita un inferno. Nel loro paese sono tutti angeli, qua dei criminali incalliti. Un caso? No, perché chi non ha niente da nascondere se ne sta nel proprio paese. Solo i criminali vengono mandati via, e gli viene data una possibilità di scegliere: in galera da loro, o liberi in Italia. Loro scelgono la libertà e la interpretano a modo loro una volta sul nostro territorio.

Loro ci colpiscono con l’arma più subdola: mandano donne gravide per farci commuovere, per farci provare pietà. E insieme a loro ci sono finti mariti che in realtà sono spacciatori, assassini, violentatori. Lo dimostra il fatto che le loro stesse donne gravide vengono violentate e se lo fanno con loro, perché non farlo con le nostre figlie, le nostre fidanzate, le nostre mogli?

Loro arrivano e ci rubano il lavoro, ci disturbano ai parcheggi dei supermercati, ai semafori, lungo le strade. Fanno i corsi intensivi per riuscire a essere noiosi e petulanti, pur di vederci un accendino o un pacchetto di fazzolettini. Si vestono da straccioni ma sono pieni di soldi. Si vestono da straccioni perché così riescono a scroccare più soldi all’Italia. Lavorano in nero, togliendo il pane di bocca ai lavoratori italiani che devono mantenere la loro famiglia. I soldi li mandano al loro paese, sottraendoli alla nostra economia e alla crescita del nostro consumo interno.

Loro non hanno solo la pelle di diverso colore, loro hanno una cultura differente e poco gli importa se noi abbiamo la nostra: vogliono imporci la loro. Arrivano e pretendono di costruirsi moschee, criticando la nostra religione e il nostro credo.

Loro, pur senza lavorare, hanno qualcosa come 1.200 euro al mese dallo stato, più di un operaio, perché la Chiesa vuole che siamo caritatevoli. Ma vuole che siamo caritatevoli con i nostri soldi, mica con i suoi. E gli italiani fanno la fame e rubano nei supermercati. Se un italiano ruba in un supermercato viene arrestato, loro invece sono scusati, gli danno anche 600 euro per non rubare più. Una guerra al massacro, ma degli italiani.

Se avessero bisogno di aiuto, se ci fosse davvero questa necessità, starebbero a casa loro e potremmo aiutarli da casa nostra, senza spostamenti costosi, risparmiando anche sul loro mantenimento. Con i soldi buttati ad aiutare gli altri, ci neghiamo i servizi essenziali per noi.

Lo sapete come ci trattano loro nel loro paese? Per loro, a casa loro, noi siamo solo invasori da insultare, da isolare, da ghettizzare. Ci uccidono senza pietà perché la loro legge glielo permette. Questo fanno a noi le stesse persone che vengono in Italia con gli occhi da cane bastonato e pretendono (sì, pretendono) sostentamento. E si lamentano se non gli diamo quello che vogliono, spesso più di quanto abbia un nostro pensionato che ha lavorato una vita intera.

Loro attingono a piene mani dalle nostre risorse. Destiniamo agli aiuti obbligati di queste persone milioni di euro che diversamente andrebbero destinati a risanare i conti pubblici. Se mille italiani stanno male non è possibile aiutarli perché i soldi sono destinati a dieci immigrati.

Se avete letto tutto, andate qui.

Scarica questo articolo come e-bookScarica questo articolo come e-book

13 Comments Showing 50 most recent
  1. giuseppe

    COLPA DI POLITICI BURATTINI CHE PENSANO SOLO ALLAPOLTRONA E GIUDICI INCOMPETENTI CHE REGALANO VACAZE PREMIO AGLI ERGASTOLANI RISCATTIAMO QS NS PAESE

    • lfk Post author

      Ti aggiungo alla statistica, grazie!!!

  2. Valentina Rando

    stavo cercando informazioni sul fenomeno del razzismo in italia.. e mi sono detta:” perchè non cercare proprio un sito razzista per comprendere a pieno che cosa sia?”
    quello che posso dire, è che questo articolo non è assolutamente oggettivo e chi lo ha scritto è ben poco informato ma pieno di pregiudizi.. purtroppo non è così semplice.. è facile fare di tutta l’erba un fascio, ma in Italia il degrado lo portate voi con le vostre idee malsane.. temo per il futuro dei miei figli, perchè con persone come voi qui si finisce alla terza guerra mondiale
    perchè non vi esprimete così sulla mafia che sta proprio nel nostro Paese?

    • lfk Post author

      Questo articolo è ironico.

    • lfk Post author

      PS: non ha letto tutto l’articolo, vero? Perché alla fine c’è un rimando a questa: http://www.blog.lucafadda.it/scherzetto/

    • lfk Post author

      Comunque ha confermato quello che questo articolo voleva a suo tempo dimostrare e la ringrazio.

  3. il Guiscardo

    I migliori alleati di questi clandestini, che ci stanno invadendo armai da anni, sono quei mangiapane a ufo che mettono su i centri di accoglienza solo per prendersi i soldi dello Stato, che poi sarebbero i soldi delle nostre tasse. Ecco spiegato per quale motivo le nostre navi vanno a prenderli fin sulle coste libiche, e perché pure quelli che sono naufragati a Creta li stanno facendo arrivare qui da noi: è il famoso business del “povero profugo”, quello stesso business di cui parlavano quelli di Mafia Capitale & compagnia bella.
    Ma non vedete che su tutte le televisioni non fanno altro che farci vedere scene di poveri bambini e donne col panzone? E dietro di loro si nascondono gli affaristi senza scrupoli, stranieri e italiani. E non mi stupirei che ci fosse anche lo zampino della mafia.

  4. I tempi di lettura del manoscritto, le lunghe atteseStorie d'AltriMenti

  5. giacomo La Franca

    sta finendo l’identità italiana. Ma forse ce la meritavamo. quello che non meritavamo questi politici canaglia che sono anni luce lontani dalla gente, anche quelli che sembrano giovani

  6. Antonio

    immigrati maledetti, hanno rovinato il paese.

  7. Alessandro Madeddu

    “Papa Francesco xche nn dice niente sui Taliani poveri, eh eh?” (il medioman degli internauti).

    • LFK Post author

      Già, lui è lì solo per mangiare alla faccia nostra. Com’è che predica la povertà, si fa vedere in giro con la Focus, sta in una casa piccola, mangia il necessario e poi è grasso?

    • Antonio

      per il coglione buonista invece sarebbe possibile accogliere tutti gli straccioni del pianeta, illimitatamente. E mantenerli tutti, tollerarne degrado, sporcizia… lo psicopatico multiculturalista medio

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: